Un nuovo spazio sul blog.

Un nuovo spazio sul mio blog: “Le parole dell’Altro. Spazio per scritti di altri autori”, lo trovate nella barra laterale destra. Dei contenuti e della loro presentazione sono responsabili gli autori. Inviatemi, se volete, un testo, o un link, e un’immagine: l’indirizzo mail è in alto a destra. Nella scelta dell’immagine, dalla quale si linka allo scritto, vi chiedo di avere l'accortezza di considerare che il blog è uno spazio pubblico. Come amministratore mi riservo di pubblicare solo ciò che ritengo idoneo agli ambiti e alle caratteristiche del blog.

Cristina Polli

19 luglio 2017

venerdì 7 aprile 2017

Trittico dei bambini soli



Perso in un ingorgo
Di suoni e segni e viscere 
È l’uso del gesto della specie
La parola seguita con il dito
In letture esplose di colori
E toni in grigio urlati sopra i morti.

Non avevano bisogno d’altro scempio
Di parole come aghi di dolore
Come uno strazio aggiunto in agonia
La ripresa dell’ultimo respiro
Erano 
Come in altre cronache
Bambini 
Bambini dietro un volo giallo
Ali strozzate
Da anime asfissiate.

E resti a noi il marchio quotidiano
La quota biancoimpressa di cordoglio
E una preghiera asciutta per sanare
Un debito insolvibile a chi è solo
E non attende
Che torni la parola. 




 Paul Klee - woher? wo? wohin? - 1940



2 commenti:

  1. non torna la parola, non torna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nonostante lo tema, non mi arrendo. Inutile dire che è un invito.
      Grazie per la tua lettura e per la tua attenzione, Antonio, ti sono debitrice di molte letture e conoscenze che riprenderò appena riemergo dalle fatiche quotidiane.

      Elimina